MENU

Artrosi lombare - come trattarla

Artrosi lombare: che cos'è?

L'artrosi lombare è una malattia degenerativa che colpisce la parte bassa della schiena, appena sopra il bacino. Causa un danneggiamento delle cartilagini articolari e del tessuto osseo. 
I dischi intervertebrali perdono elasticità, si assottigliano e lo spazio tra le vertebre si riduce: ciò ne compromette il giusto allineamento. Si formano inoltre gli osteofiti, degli speroni ossei all'esterno del perimetro articolare.

Cause

Tra i fattori di rischio c'è l'età avanzata, in quanto con gli anni invecchiano anche le cartilagini e le articolazioni. Altre cause possono essere:

  • sovrappeso, in quanto un peso superiore alla norma sovraccarica la struttura ossea e rischia di consumare la cartilagine articolare;
  • predisposizione ereditaria; 
  • malformazioni congenite;
  • squilibri metabolici, come ad esempio la glicemia;
  • incidenti e lesioni a carico della colonna vertebrale;
  • scarsa attività fisica;
  • lavori usuranti con assunzione di posture scorrette. 

Per ridurre i disturbi si consigliano la perdita di peso se necessaria e l'attività fisica.

Sintomi e diagnosi

A causa dell'artrosi lombare si può soffrire di:

  • mal di schiena;
  • rigidità e ridotta gamma di movimento nella parte bassa della schiena;
  • lombosciatalgia;
  • spasmi muscolari; 
  • scricchiolii articolari. 

La diagnosi verrà effettuata dal medico mediante una visita mirata a stabilire lo stato nervoso e muscoloscheletrico del paziente, i riflessi, la gamma di movimento e l'intensità del dolore durante i movimenti. Si potrà inoltre ricorrere ad una radiografia o ad una risonanza magnetica. 

Trattamenti farmacologici 

Se il dolore è eccessivo possono essere assunti farmaci antidolorifici e/o antinfiammatori (FANS), unguenti per l'azione locale, rilassanti muscolari e condroprotettori (che contrastano i processi degenerativi della cartilagine), il tutto sotto controllo medico. 

Fisioterapia

La fisioterapia può essere di aiuto per ridurre il dolore e gli altri sintomi, con esercizi personalizzati per rafforzare i muscoli della schiena e gli addominali e migliorarne la flessibilità. 
Inoltre il terapista potrà intervenire con i seguenti trattamenti:

 Intervento chirurgico

Passati almeno tre mesi, se il trattamento conservativo non ha migliorato lo stile di vita, il paziente insieme ad un medico può valutare l'intervento chirurgico. 

L'artrodesi è un tipo di intervento volto alla fusione delle ossa del tratto lombare in modo da stabilizzare la colonna vertebrale e ridurre il dolore.

Un altro tipo di intervento prevede l'inserimento di protesi artificiali che vanno a sostituire i dischi intervertebrali, quei cuscinetti che attenuano le pressioni sviluppate durante i movimenti e garantiscono la motilità della colonna vertebrale. Queste protesi consentono al paziente di muoversi normalmente senza più avvertire il dolore. 

Anche dopo l'intervento chirurgico è bene rivolgersi ad un fisioterapista per un piano terapeutico specifico.

Dunque se soffrite di artrosi lombare contattate subito il nostro centro a Roma per una valutazione gratuita. 

HAI BISOGNO DI AIUTO? Compila il questionario per richiedere
una valutazione gratuita presso il nostro
centro di Roma (zona Casilina).
Valuta questo articolo

Commenti

Per poter commentare occorre registrarsi

Registrati ora Sei già registrato? Accedi

Potrebbe interessarti...
Fisioterapia a Roma Fisioterapia per l'osteoporosi
Fisioterapia per l'osteoporosi

Vediamo cos'è l'osteoporosi, i sintomi e cosa può fare la fisioterapia: contatta il nostro centro a Roma per risolvere il tuo problema.

Fisioterapia a Roma La Tecarterapia – benefici e controindicazioni
La Tecarterapia – benefici e controindicazioni

Tecarterapia: cos'è, come funziona, effetti benèfici e controindicazioni

Fisioterapia a Roma Crampi muscolari - cause, rimedi e prevenzione
Crampi muscolari - cause, rimedi e prevenzione

I crampi muscolari sono contrazioni dolorose e involontarie dei muscoli che possono verificarsi in molte tipologie diverse di persone e situazioni.