MENU

Dolore al collo - cause e sintomi dell' SCM

Lo sternocleidomastoide (abbreviato SCM, o SCOM) è un grande muscolo vicino alla parte anteriore del collo. Si estende da sotto l'orecchio e scende fino alla clavicola. L'infiammazione dello sternocleidomastoideo può causare dolori al collo e alla testa. Spesso, però, il dolore di questo muscolo si irradia altrove, a esempio alle orecchie, agli occhi o al seno.

 

Cos'è lo sternocleidomastoide?

Lo sternocleidomastoide è un muscolo superficiale, il che significa che si trova appena sotto la pelle. Il muscolo si estende per tutta la lunghezza del collo e termina dove si collegano la clavicola e lo sterno.
Lo sternocleidomastoideo aiuta con il movimento e l'equilibrio della testa; diventa visibile quando una persona muove la testa da un lato all'altro. Svolge anche un ruolo nella rotazione, inclinazione ed estensione della testa e del collo.
A causa del suo importante ruolo di sostegno della testa, eventuali problemi che influenzano la postura possono irritare questo muscolo. Anche movimenti improvvisi della testa, colpi alla testa e altri tipi di traumi possono causare dolore e lesioni.

 

Cause del dolore all'SCM

La maggior parte delle persone sviluppa dolore un sternocleidomastoideo in mado lento a causa di una combinazione di problematiche riconducibili allo stile di vita. Quando questo muscolo deve tenere la testa in una posizione scomoda, può gradualmente diventare irritato e dolorante.
Alcune cause del dolore sternocleidomastoideo includono:

  • trasporto di oggetti pesanti (es. - uno zaino), in una posizione scomoda
  • cattiva postura (comprendendo anche la cattiva abitudine di tenere un telefono tra l'orecchio e la spalla)
  • tensione o lesioni in altri muscoli delle spalle, del collo o della schiena
  • dormire in una posizione scomoda o su un cuscino scomodo

Meno frequentemente altri fattori possono causare dolore sternocleidomastoideo -

  • trauma: una caduta, un forte colpo, o un incidente d'auto possono danneggiare i muscoli del collo, causando stiramenti, distorsioni e altre lesioni. Tuttavia, non necessariamente si devono subire lesioni gravi per subire danni a questa parte del corpo (un caso clinico del 2014 descrive in dettaglio uno sternocleidomastoideo rotto a seguito di un attacco epilettico)
  • L'artrite nella colonna vertebrale può causare dolore riferito allo sternocleidomastoideo. Può anche far sì che una persona cambi la postura o muova la testa in modo da aumentare il rischio di lesioni.

 

Sintomi

Si potrebbe non notare una lesione sternocleidomastoidea perché i sintomi si diffondono, generalmente, alla testa e al viso.
In molti casi si pensa di avere un'infezione all'orecchio, episodi di emicrania, problemi di salute degli occhi o altri problemi non correlati direttamente all' SCM. È quindi importante consultare un medico per eventuali sintomi di salute inspiegabili.

Con un trattamento adeguato, il dolore sternocleidomastoideo di solito scompare.

I sintomi più comuni includono:

  • dolore all'orecchio inspiegabile, o senso di ovattamento
  • dolore al viso o alla parte anteriore della testa
  • dolore interno, o limitrofo, agli occhi
  • vertigini
  • nausea
  • dolore alla gola durante la deglutizione
  • emicrania
  • dolore ai seni o al naso
  • rigidità del collo, compresa la difficoltà a ruotare la testa da un lato all'altro
  • formicolio in faccia, testa o collo

 

Trattamento

Sono disponibili vari trattamenti per il dolore sternocleidomastoideo: la tipologia e la causa della lesione determinaneranno l'opzione migliore. I possibili approcci terapeutici includono -

  • Cambiamenti nello stile di vita: quando una cattiva postura o il trasporto di oggetti pesanti provoca dolore sternocleidomastoideo, affrontare questo problema può prevenire il peggioramento del dolore.
  • Gestione del dolore: riposo, ghiaccio, calore e farmaci antinfiammatori non steroidei possono aiutare a ridurre il dolore. Alcune persone trovano utile alternare calore e ghiaccio.
  • Fisioterapia: la terapia fisica può aiutare una persona a ritrovare forza nel collo e nella testa. Può anche aiutare a prevenire lesioni croniche.
  • Chirurgia: se altri trattamenti falliscono, una persona potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico.

Allungamenti ed esercizi delicati possono aiutare a ripristinare la forza del collo e ridurre la rigidità. È importante parlare con un medico o un fisioterapista prima di esercitare. Alcuni esercizi possono peggiorare la lesione, soprattutto se una persona non utilizza la tecnica corretta.

 

 

HAI BISOGNO DI AIUTO?
Compila il questionario per richiedere una valutazione gratuita presso il nostro centro di Roma (zona Casilina/Borghesiana).
Valuta questo articolo

Commenti

Per poter commentare occorre registrarsi

Registrati ora Sei già registrato? Accedi

Potrebbe interessarti...
Fisioterapia a Roma Lesione del legamento collaterale laterale - cause, sintomi e trattamento
Lesione del legamento collaterale laterale - cause, sintomi e trattamento

In questo articolo, discutiamo le cause e i sintomi delle distorsioni LCL. Elenchiamo anche alcuni metodi per trattare e prevenire questo infortunio.

Fisioterapia a Roma Dolore alla spalla - cause, sintomi e trattamento
Dolore alla spalla - cause, sintomi e trattamento

In questo articolo, discutiamo alcune cause comuni del dolore alla spalla, le diagnosi e i trattamenti.

Fisioterapia a Roma Dolore al palmo della mano - cause, sintomi e trattamento
Dolore al palmo della mano - cause, sintomi e trattamento

Descriviamo le possibili cause, sintomi e trattamenti per il dolore al palmo della mano, incluse: lesioni, tunnel carpale, infezioni e neuropatia periferica