MENU

Intervento al ginocchio - cosa dobbiamo aspettarci?

Valuta questo articolo

Una persona può sottoporsi a intervento chirurgico al ginocchio per trattare il dolore nell'articolazione. La causa del dolore può essere ricondotta a una lesione, come la cartilagine strappata o un legamento lacerato, o ad altre condizioni, quali: artrosi, artrite reumatoide e artrite post-traumatica.

 

Tipi di intervento al ginocchio

Esistono vari tipi di intervento al ginocchio: l'inetrvento al quale si viene sottoposti dipenderà, ovviamente, dal tipo di infortunio all'articolazione -

Sostituzione totale del ginocchio

Una persona che ha l'artrosi, o l'artrite reumatoide, può richiedere un intervento chirurgico di sostituzione del ginocchio.
L'operazione comporta la sostituzione dell'intero giunto. I chirurghi sottopongono il paziente a un intervento di sostituzione totale del ginocchio solo come ultima risorsa, spesso quando l'articolazione è irreparabile, il danno interferisce con la vita di tutti i giorni e altri trattamenti non alleviano il dolore.
Durante la procedura, un chirurgo rimuoverà il giunto e lo sostituirà con un altro artificiale, fatto di metallo, ceramica o plastica.

 

Artroscopia

L'artroscopia è una chirurgia mini-invasiva che consiste nel fare un piccolo taglio nella pelle sopra il ginocchio: attraverso di essa, con l'ausilio di piccoli strumenti, si possono diagnosticare e trattare alcuni problemi al ginocchio, tra cui:

rimozione o riparazione i menischi strappati
riparare un legamento crociato strappato all'interno del ginocchio
rimozione eventuale di cartilagine articolare
rimozione di eventuaaali piccoli frammenti di cartilagine che galleggiano all'interno del ginocchio

 

Osteotomia

Questa è un'operazione che comporta il taglio, la rimodellamento e il riposizionamento delle ossa per ridurre il peso della parte danneggiata del ginocchio.
A volte, i chirurghi eseguono questa procedura per aiutare a correggere un osso rotto che non è guarito correttamente.

 

Tempi di recupero e cosa aspettarsi

I tempi di recupero e riabilitazione variano in base al tipo di intervento chirurgico di una persona.

In caso di sostituzione totale del ginocchio

Dopo una sostituzione totale del ginocchio, una persona dovrà rimanere in ospedale per diversi giorni. Durante questo periodo, verranno assunti medicinali per la gestione del dolore e per prevenire la formazione di coaguli di sangue.
Una persona può anche utilizzare una macchina a movimento passivo continuo (CPM): trattasi di un supporto per il ginocchio che sposta lentamente lo stesso mentre si è a letto. Alcuni medici ritengono che questo diminuisca il gonfiore migliorando la circolazione sanguigna.
Chi subisce un intervento di sostituzione totale del ginocchio sarà, generalmente, in grado di riprendere la maggior parte delle proprie attività entro 3 o 6 settimane.
La maggior parte delle persone sarà in grado di guidare entro 4 o 6 settimane. Tuttavia è necessario aspettare fino a che il ginocchio possa piegarsi abbastanza da permettere un'agevole e comoda seduta nella propria automobile. Sarà inoltre necessario sviluppare abbastanza controllo muscolare da consentire una frenata sicura e l'accelerazione.

 

In caso di artroscopia

Poiché si tratta di una procedura minimamente invasiva, le persone saranno generalmente in grado di tornare a casa entro un paio d'ore dall'intervento. Di solito saranno in grado di guidare di nuovo entro 1 o 3 settimane dalla procedura.

Alcune persone potrebbero dover assumere farmaci antidolorifici nei primi giorni successivi all'intervento. È anche meglio tenere la gamba sollevata il più possibile durante questo periodo. Potrebbe essere necessario l'uso di stampelle per alcune settimane dopo l'intervento.
La maggior parte delle persone sarà in grado di tornare alla maggior parte delle proprie attività entro 6-8 settimane, e talvolta molto prima.


In caso di osteotomia

Le persone sottoposte a osteotomia dovranno rimanere in ospedale per 1 o 2 giorni. Un team medico fornirà sollievo dal dolore.
L'uso delle stampelle sarà necessario per diverse settimane e il medico può mettere il ginocchio in un tutore.
I tempi di ripresa delle normali attività raggiungono i 3-6 mesi dall'intervento.

 

Come incoraggiare la guarigione

Un medico può suggerire esercizi fisioterapici, specifici, per aiutare il movimento e rafforzare il ginocchio.
È essenziale mantenere la ferita il più asciutta possibile fino a quando non è completamente guarita. Coprire la ferita con una benda aiuterà a prevenire l'irritazione dovuta all'abbigliamento o alle calze di supporto.
Seguire una dieta sana ed equilibrata con molto ferro favorirà la guarigione. Una persona può avere uno scarso appetito per i primi giorni successivi all'intervento, ma mangiare cibi nutrienti l'aiuterà a sentirsi meglio.

Un medico può consigliare esercizi fisioterapici da eseguire più volte al giorno. Questi mirano a ripristinare il movimento e aumentare la forza nel ginocchio.
Inoltre, un medico o un fisioterapista può progettare un programma fisioterapico di attività personalizzato. Questo può includere un piano per aumentare gradualmente la camminata e un calendario per riprendere le attività quotidiane, come stare seduti, in piedi e salire le scale.
Chiunque abbia subìto un'artroscopia deve esercitarsi regolarmente con esercizi di fisioterapia per incoraggiare il pieno recupero. Un medico o un fisioterapista di solito raccomandano da 20 a 30 minuti di esercizio due o tre volte al giorno.
Un medico raccomanderà esercizi di riabilitazione fisioterapica su base individuale a persone che si stanno riprendendo da un'osteotomia.

 

Riabilitazione

A chi ha subito un intervento di osteotomia, verrà richiesta una radiografia durante la sua prima visita di controllo.
il medico valuterà lo stato di guarigione della ferita. Inoltre, stabilirà un piano di attività personalizzato, e consiglierà alla persona quando è sicuro mettere il peso sulla gamba e quando può iniziare il processo di riabilitazione.

Le persone che si stanno riprendendo da un'artroscopia vedranno il medico dopo pochi giorni dall'intervento. Il medico esaminerà i risultati chirurgici e farà un programma di trattamento post-operatorio.

 

HAI BISOGNO DI AIUTO?
Compila il nostro questionario senza impegno e sarai ricontattato dai nostri esperti per fornirti tutte le informazioni necessarie.

Commenti

Per poter commentare occorre registrarsi

Registrati ora Sei già registrato? Accedi

Potrebbe interessarti...
Fisioterapia a Roma Noci e mandorle per combattere l'artrite
NOCI E MANDORLE PER COMBATTERE L'ARTRITE

Nouvi studi rilevano l'efficacia di mandorle e noci nella prevenzione del dolore causato dall'artrite

Leggi di più
Fisioterapia a Roma Esercizi per rafforzare il perineo - migliorerebbero anche piacere sessuale
ESERCIZI PER RAFFORZARE IL PERINEO - MIGLIOREREBBERO ANCHE PIACERE SESSUALE

Campagna fisioterapica POGP di sensibilizzazione sull'importanza degli esercizi di rafforzamento del pavimento pelvico

Leggi di più
Fisioterapia a Roma Tendinite al ginocchio - cause sintomi e trattamento
TENDINITE AL GINOCCHIO - CAUSE SINTOMI E TRATTAMENTO

Cos'è la tendinite al ginocchio? Scopriamo le cause i sintomi e i trattamenti per ridurre dolore e rischio di cronicità

Leggi di più